Rockwell Automation alla "Tissue Valley"

  Richiedi informazioni / contattami

Rockwell Automation è stata main sponsor e ha presentato le sue soluzioni nell'edizione 2018 di iT's Tissue

Il logo dell'evento
Il logo dell'evento

Rockwell Automation, fornitore di prodotti e di soluzioni per l'automazione, è stata main sponsor della iT's Tissue, "The Italian Technology Experience", presentando inoltre i suoi prodotti e le sue novità nelle open house presenti all'evento.   

I dodici network member

Dal 25 al 29 giugno 2018, i dodici network member (A. Celli, Elettric80, Fabio Perini, Futura, Gambini, MTC, OMET, PCMC, Pulsar, Recard, TMC, Toscotec) hanno aperto a visitatori provenienti da tutto il mondo le porte delle loro aziende, per presentare l'eccellenza italiana della filiera tecnologica del tissue. La manifestazione triennale è arrivata alla sua terza edizione, moltiplicando i visitatori che avranno modo di vedere dal vivo le macchine in funzione, e di approfondire le ultime innovazioni in termini di soluzione di automazione. Partendo dal cuore della "Tissue Valley" Lucca, con varie realtà dislocate in città e provincia, la manifestazione si è estesa fino a Reggio Emilia, Bologna e Lecco. 

La visita alle open house

I visitatori hanno organizzato dei tour presso le aziende, a seconda dei loro interessi specifici, dove hanno potuto approfondire la conoscenza delle soluzioni di Rockwell Automation. In particolare, in occasione di iT's Tissue, ci si è concentrati su alcuni punti importanti per l'azienda: safety e riduzione dei costi energetici. 

L'esperienza di Rockwell Automation nelle open house

Per Rockwell Automation il concetto di safety avanzato è da sempre fondamentale, soprattutto per ciò che concerne la sicurezza nel settore industriale: in particolare, si esprime attraverso l'integrazione di nuove funzionalità che permettono di coniugare la sicurezza con la produttività. Presso Futura è stato possibile vedere il servoazionamento Kinetix 5700 ERS4 associato ai nuovi CPU Safety, entrambi della Rockwell Automation, i quali possono permettere una maggiore flessibilità dei sistemi di sicurezza. Questo permette di non interrompere la produzione, quindi di incrementare la produttività delle macchine, senza però abbassare i livelli di sicurezza. I progettisti hanno l'esigenza di ridurre gli ingombri delle macchine, e contemporaneamente di ridurre per il end user il costo energetico di quelle particolarmente engivore. Presso Gambini, Fabio Perini e PCMC è stato possibile vedere il prototipo della gamma Kinetix 5700 di Rockwell Automation, una soluzione rigenerativa parte della piattaforma integrata di motion control, che permette di recuperare energia in caso di frenata del sistema. 

Pubblicato il Luglio 4, 2018 - (44 views)
Articoli correlati
Partnership tra ZF, Transdev ed e.GO
L’importanza di un piano di valutazione rischi secondo Stommpy
Conferenza virtuale di SKF il 30 gennaio
SIC Marking selezionata come azienda innovativa
I compressori Mattei utilizzati in Cina
Il progetto Tribonano di Bonfiglioli
La crescita di NKE e Fersa Bearings
Protolabs parteciperà al CES
I corsi di Prüftechnik
STANLEY sostiene “Spinal Track”
Prodotti tessili industriali
Termocamera per anomalie
Pompe volumetriche, a ingranaggi e autoadescanti
Pompe per fusti
Pompe verticali e monostadio
Pompe che modellano l'acqua
Strumenti e soluzioni di qualità
Pompe volumetriche e centrifughe
Pompe ed elettropompe
Valvola a sfera
Pompe sanitarie
Calza in vetro
Misuratore di portata a turbina
Modular Edge Computing
Interruttori di livello a ultrasuoni
Moduli
Valvole a sfera pneumatica
Connettori circolari
Sensori industriali
Relè di potenza
STANLEY sostiene “Spinal Track”
Modular Edge Computing
Avvitatore
Sensori industriali
Sensore radar
Registratore di dati
Analizzatori di azionamenti motori
Misuratore a ultrasuoni
Regolatore ultrasottile
Lampada antideflagrante