Pompe a membrana con sportelli

Realizzata per permettere il passaggio di corpi solidi di grande entità e lunghezza, questa pompa di Debem è dotata di un circuito esclusivo brevettato

  • FULLFLOW 502 è l’ultima proposta di Debem
    FULLFLOW 502 è l’ultima proposta di Debem

Unica nel suo genere, la pompa FULLFLOW 502 stata studiata e progettata negli ultimi anni dal reparto R&D di DEBEM, è ora disponibile sul mercato.

Pompe con valvole a clapet

Questa pompa pneumatica a doppia membrana è dotata di sportelli (clapet), al posto delle classiche valvole a sfera, che permettono il passaggio di corpi solidi di grande entità, riducendo nel contempo la frantumazione normalmente associata al passaggio attraverso sfere e gabbie. Sebbene il diametro massimo di passaggio solidi, 45 mm, non sia un’esclusiva, lo è invece la lunghezza massima, per questo tipo di pompe, di ben 600 mm. Allo stesso modo, è un’esclusiva brevettata il circuito posto sotto, perpendicolarmente alle camere del fluido anziché in asse: le conseguenze fluidodinamiche di questa scelta fanno sì che i solidi transitino al di fuori del corpo pompa, seguendo un tragitto lineare al livello inferiore della pompa. La portata massima della pompa è di circa 530 litri al minuto.

Pompaggio di fluidi con solidi di grande entità e lunghezza

Caratteristiche tecniche della pompa pneumatica a doppia membrana FULLFLOW 502:

  • Connessioni aspirazione/mandata: G 2”1/2 o DN 65
  • Attacco aria: G 1/2” f
  • Portata max: 530 l/min
  • Pressione aria alimentazione max: 4 bar
  • Prevalenza max: 40 m
  • Aspirazione max da battente negativo - a secco: 3,5 m
  • Diam. max solidi in sospensione: 45 mm
  • Lunghezza solidi max: 600 mm, configurabile anche per lunghezze maggiori.

Pompe a membrana per diversi settori di utilizzo

La pompa viene utilizzata nel trattamento acque, nell’industria conciaria, nel riciclaggio di materiale tessile e in tutti i settori dove vi è l’esigenza di movimentare fluidi con lunghi e grossi (45 mm) solidi in sospensione. FULLFLOW 502 non teme il pompaggio di fluidi carichi di qualsiasi tipologia di sospensione solida perché il passaggio al di sotto delle camere contenenti le membrane riduce il rischio di una loro prematura rottura.

Maria Bonaria Mereu si laurea in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Sassari e si specializza in Storia, Comunicazione e Informazione presso l’Università degli Studi di Cagliari. Nel 2012 consegue il master in Professione Editoria Cartacea e Digitale presso l’Università Cattolica di Milano. Dal 2015 lavora in TIMGlobal Media come redattrice delle riviste CMI - Costruzione e Manutenzione Impianti e PEI - Produits Equipements Industriels. 

More articles Contatto