L’Industria 4.0 secondo Shell Lubricants

  Richiedi informazioni / contattami

Dalla ricerca condotta emerge che il 90% degli intervistati si aspetta una diminuzione dei costi, anche se resistono perplessità per i TOC, che però secondo Shell Lubricants possono essere abbattuti ottimizzando i processi di lubrificazione

Industria 4.0

Shell Lubricants ha condotto una ricerca sul 4.0 in Italia
Shell Lubricants ha condotto una ricerca sul 4.0 in Italia

Per studiare lo sviluppo dell’Industria 4.0 in Italia, Shell Lubricants ha elaborato una ricerca intervistando i responsabili di produzione e di acquisto. È emerso che la mancanza di conoscenze e i dubbi riguardo al percorso da intraprendere per implementare il cambiamento stanno ritardando il processo di modernizzazione, ed è quindi importante stringere collaborazioni con terze parti esperte che guidino le aziende in questo percorso.

Il 90% degli intervistati da Shell Lubricants si aspetta una diminuzione dei costi

Il 90% degli intervistati si aspetta una diminuzione dei costi tramite l’utilizzo di macchinari d’ultima generazione, mentre il 94% dei responsabili d’acquisto italiani ha dichiarato di utilizzare almeno una tecnologia 4.0, contro una media europea dell’86%. Per quanto riguarda i tipi di macchinari impiegati, l’Italia utilizza maggiormente le attrezzature autonome (60%), le tecnologie basate sui sensori (56%) e le attrezzature interconnesse (42%). Meno comuni le tecnologie basate sui Big Data (28%) e la robotica (22%).

Shell Lubricants registra comunque perplessità legate ai Costi Totali di Gestione

L’industria italiana rimane comunque cauta: il 64% degli intervistati ritiene che l’acquisto di macchinari 4.0 sia troppo oneroso. Ma ciò che più frena è la difficoltà nell’investire nel nuovo se le proprie attrezzature sono ancora operative e funzionanti (70%). Alcune perplessità sono anche legate ai Costi Totali di Gestione (TCO): erroneamente il 49% delle aziende si aspetta che il TCO incrementi con l’introduzione di nuove tecnologie a causa dell’investimento iniziale e, in secondo luogo, per la convinzione che i costi di manutenzione possano aumentare in considerazione proprio della maggiore tecnologia impiegata.

Ottimizzando la lubrificazione di possono abbassare i costi secondo Shell Lubricants

Dalla ricerca di Shell Lubricants emerge anche che, sebbene il 92% degli intervistati comprenda l’importanza dei lubrificanti nell’industria 4.0, solo il 40% acquista lubrificanti di qualità. L’84% degli intervistati ha dichiarato però che pianifica di avvalersi dell’aiuto dei suoi fornitori di lubrificanti per esser guidato. Ottimizzando i processi di lubrificazione si può ottenere un sensibile vantaggio sulla vita delle attrezzature, riducendo i costi di manutenzione, i fermi produzione non previsti e, di conseguenza, abbassare i costi totali di gestione (TCO)

Pubblicato il Aprile 14, 2019 - (5 views)
Articoli correlati
UNITÀ DI FILTRAZIONE SMART PER LA MANUTENZIONE CONNESSA
CONTAMINAZIONE DEL FLUIDO IDRAULICO: PERICOLO GUAO
I sensori di misura all’interno dell’Industria 4.0
Unità di filtrazione 4.0
Pompe volumetriche a lobi personalizzate
Sistema di controllo
ENERGY 2019
SKF, 2018 anno record
La conferenza stampa di Sick sul 4.0
FTP tra i fondatori di MADE
Modular Edge Computing
Sensori per cilindri pneumatici
Sistema di posizionamento
Interruttori di livello con IO-Link
Trasmettitore di pressione preciso
Termocamera testo 885
Sensore di portata
PLC multifunzione
Magazzino verticale
Modular Edge Computing
Camera di visione tridimensionale
Sistema di posizionamento
Interruttori di livello con IO-Link
Termocamera testo 885
PLC multifunzione