Nuove date ufficiali per la HANNOVER MESSE 2022

Deutsche Messe AG ha deciso di riprogrammare la principale fiera mondiale di tecnologia industriale dal 30 maggio al 2 giugno, per via degli ultimi sviluppi della situaizone pandemica

  • Gennaio 20, 2022
  • 21 views
  • La HANNOVER MESSE 2022, originariamente prevista ad aprile, è stata riprogrammata per i giorni 30 maggio – 2 giugno
    La HANNOVER MESSE 2022, originariamente prevista ad aprile, è stata riprogrammata per i giorni 30 maggio – 2 giugno

La HANNOVER MESSE 2022, originariamente prevista ad aprile, è stata riprogrammata per i giorni 30 maggio2 giugno. La posticipazione dell'evento è stata stabilita da Deutsche Messe AG, in stretta collaborazione con il comitato consultivo degli espositori della HANNOVER MESSE e le associazioni partner VDMA (Associazione tedesca di ingegneria meccanica e impiantistica) e ZVEI (Associazione centrale dell'industria elettrica e digitale tedesca).

A giugno il primo evento mondiale del 2022 per l'industria

All'inizio di giugno 2022, HANNOVER MESSE sarà il primo grande evento mondiale per lo scenario industriale. Focalizzata sulla digitalizzazione e la sostenibilità si concentrerà sugli approcci innovativi ed efficienti per la produzione e l'efficientamento energetico. Quest'anno la fiera durerà quattro giorni, per via dell'intenso calendario del centro fieristico a giugno. Nel 2023, la HANNOVER MESSE riprenderà il suo normale programma di cinque giorni ad aprile.

Nuove date nell'interesse di espositori e visitatori

"È giusto posticipare la HANNOVER MESSE a una data successiva e permettere che il tasso di vaccinazioni aumenti, nell'interesse degli espositori e dei visitatori. La data successiva aumenta anche la probabilità di un pubblico maggiore sia a livello nazionale che internazionale, a vantaggio di tutti. Il settore dell'ingegneria meccanica e impiantistica si presenterà ad Hannover come abilitatore tecnologico della sostenibilità e della digitalizzazione, nonché come fornitore e utilizzatore di tecnologie all'avanguardia per la produzione in rete ", afferma il direttore generale della VDMA Thilo Brodtmann.