Manutenzione da remoto gratis grazie a Dynamic Infrastructure

Ai tempi del COVID-19, Dynamic Infrastructure mette a disposizione dei Dipartimenti dei trasporti e dei Partenariati pubblico-privati la propria tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale per poter operare la manutenzione dei ponti anche da remoto

  • Marzo 25, 2020
  • 25 views
  • Dynamic Infrastructure offre gratuitamente la propria tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale per aiutare i Dipartimenti dei trasporti e i Partenariati pubblico-privati
    Dynamic Infrastructure offre gratuitamente la propria tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale per aiutare i Dipartimenti dei trasporti e i Partenariati pubblico-privati

In questo periodo di emergenza globale causata dalla pandemia di Coronavirus, Dynamic Infrastructure ha annunciato di voler offrire gratuitamente la propria tecnologia basata sull’Intelligenza Artificiale, per consentire ai Dipartimenti dei trasporti e ai Partenariati pubblico-privati (PPP) di continuare a gestire da remoto la manutenzione critica di ponti e tunnel. Questo permetterà agli ingegneri e ai responsabili della manutenzione di continuare a svolgere incarichi critici da remoto, quando gli incontri di persona o i sopralluoghi sono difficili o impossibili, vista la situazione.

Manutenzione da remoto gratis grazie alla tecnologia di Dynamic Infrastructure

Dynamic Infrastructure, che fornisce ai responsabili delle manutenzioni e agli operatori cartelle cliniche visive con l’analisi completa dei beni, aprirà gratuitamente i propri sistemi e le proprie funzionalità di tecnologia assistiva virtuale. "Un ponte live in 3D, con la relativa analisi delle cartelle cliniche visive online, consente colloqui e processi decisionali da remoto, evitando inutili riunioni dal vivo ma, allo stesso tempo, continua a fornire uno strumento indispensabile per prendere importanti decisioni per svolgere interventi e manutenzione”, ha affermato Daniel Granatshtain, direttore tecnico della Dynamic Infrastructure. "Le persone faticano ancora a trovare il modo migliore per continuare a “fare manutenzione”, mentre i luoghi di lavoro e le famiglie sono in quarantena completa o parziale. Sappiamo che l’accesso da remoto ai beni, potenti funzionalità di condivisione e un esperto sistema di supporto decisionale possono fare la differenza per i nostri clienti”, ha aggiunto Granatshtain