Moduli bidirezionali

Studiati per l’automazione dei collaudi a fine linea, questi moduli possono essere parallelati e collegati in serie o a matrice per arrivare a gestire potenze nell’ordine dei MW

  • da AXU srl
  • Febbraio 26, 2021
  • 67 views
  • Un simulatore Regatron G5
    Un simulatore Regatron G5

Regatron AG, azienda di AXU specializzata in soluzioni modulari, propone singoli moduli che possono essere parallelati e/o collegati in serie o a matrice per arrivare a gestire potenze nell’ordine dei MW, con tensioni fino a 3000 VDC e correnti fino a molte migliaia di ampere.

Moduli bidirezionali ideali per l’automazione dei collaudi a fine linea

È particolarmente apprezzata dai clienti la modularità del sistema che permette di riconfigurare una stazione di test, passando per esempio dal collaudo di motori a 48 V al test di batterie a 400 V. Questi moduli sono bidirezionali, quindi possono simulare sia la fase di trazione che quella della rigenerazione di energia durante i rallentamenti o le frenate brusche. La corrente in ingresso è pressoché sinusoidale, grazie alla funzione PFC, quindi non introduce distorsioni sulla rete elettrica dell’impianto.