Controllori

In grado di dialogare con le infrastrutture pre-esistenti, questi strumenti Moog si distinguono per prestazioni, precisione, digitalizzazione, flessibilità e tempi di ciclo rapidi

  • da Moog
  • Giugno 24, 2021
  • 1324 views
  • Controllori
    Controllori

La release MC600plus potenzia la gamma di controllori MC600 di Moog. La soluzione vanta hardware e software potenziati per anticipare le necessità di un mercato in continua evoluzione.

Controllori è ideato per l’uso con tecnologia elettromeccanica, idraulica e ibrida

MC600plus, come le altre soluzioni di questa linea di componenti modulari, è in grado di dialogare con le infrastrutture pre-esistenti e si distingue per prestazioni, precisione, digitalizzazione, flessibilità e tempi di ciclo rapidi. È quindi ideale per numerose applicazioni industriali quali, ad esempio, presse per stampaggio a iniezione e a soffiaggio delle materie plastiche, confezionatrici, macchine utensili e per la formatura dei metalli, oltre che per il segmento testing e powergen. A conferma della sua versatilità, l’MC600plus è ideato per l’uso con tecnologia elettromeccanica, idraulica e ibrida e per essere integrato con componenti che presentano tempi di risposta estremamente rapidi, come quelli della Total Solution Moog.

Controllori Industry 4.0 Ready, a favore di un trasferimento dati più semplice

Tra i plus che differenziano l’ultima versione dell’MC600 spicca la potenza di calcolo maggiorata e la connettività della CPU principale. In dettaglio, l’introduzione di un processore quad core permette una computazione ad alta frequenza e la gestione contemporanea di processi complessi, anche in virtù del sistema operativo real-time Linux. Inoltre, grazie al protocollo OPC-UA (Open Platform Communications Unified Architecture) e Euromap 77/83, la soluzione è Industry 4.0 Ready, a favore di un trasferimento dati più semplice tra il controllore e il MES (Manufacturing Execution System).

Controllori compatibili con i bus di campo più diffusi

L’MC600plus si configura come la risposta alle esigenze crescenti di soluzioni compatibili con i bus di campo più diffusi, come EtherCAT, CANopen e Modbus-RTU (master fieldbus) e Profinet (slave fieldbus). La progettazione meccanica è stata appositamente studiata per rendere i componenti robusti, di dimensioni ridotte (7,5x12,6x13,5 cm) e in grado di operare anche in condizioni critiche, con temperature di esercizio tra -25°C e +70°C. Lo strumento per la programmazione di MC600plus è MASS (Moog Application Software Suite), di facile utilizzo, basato sull’ultima versione (3.x) di CoDeSys e sullo standard IEC61131-3, per lo sviluppo di programmi applicativi personalizzati. Sono infatti disponibili software creati ad hoc, come quelli per i settori del testing o della plastica (es. applicativo per injection molding) o la libreria customizzata per l’EAS (Sistema di Attuazione Elettro-Idrostatica Moog), sinonimo di riduzione dei costi di sviluppo e dei tempi di integrazione.