Nuovo centro SEGULA in Germania

Il gruppo ingegneristico Segula Technologies rafforza la sua presenza nel settore ferroviario con un nuovo centro di eccellenza a Chemnitz, che si aggiunge a quelli già esistenti tra cui Vado Ligure

  • Marzo 24, 2020
  • 27 views
  • SEGULA Technologies, che opera con successo nel settore ferroviario, ha aperto un nuovo centro in Germania
    SEGULA Technologies, che opera con successo nel settore ferroviario, ha aperto un nuovo centro in Germania

Sorge in Germania, a Chemnitz, il nuovo centro per lo sviluppo di veicoli ferroviari voluto da SEGULA TECHNOLOGIES al fine di supportare in modo ottimale i clienti nella regione.

Nuovo centro SEGULA in Germania per lo sviluppo di veicoli ferroviari

Con competenze specifiche di sviluppo funzionale nel settore dell'impiantistica elettrica e dei sistemi di controllo dei veicoli, nonché nella progettazione meccanica, a Chemnitz un team locale composto di circa 20 persone offre servizi completi sia per nuovi progetti sia per iniziative di modernizzazione ad aziende manifatturiere, operatori ferroviari e realtà di peso del mercato ferroviario.

SEGULA Technologies opera con successo nel settore ferroviario

Da tempo SEGULA Technologies opera con successo nel settore ferroviario in Europa. A livello di gruppo, più di 800 dipendenti sono attualmente attivi su vari progetti rivolti a realtà nazionali e internazionali in questo settore. Il nuovo centro tedesco si aggiunge a quelli già esistenti sul territorio europeo, tra cui Vado Ligure, Saragozza e La Rochelle per il materiale rotabile, Roma e Madrid per i sistemi di segnalamento.

Diversi centri SEGULA Technologies sono presenti sul territorio europeo, tra questi quello di Vado Ligure

In particolare, il sito di Vado Ligure è un centro d’eccellenza per SEGULA Technologies in campo ferroviario da quanto è stato acquisito, nel corso del 2019. Si tratta di uno storico impianto di produzione di materiale rotabile, conosciuto in particolare per la produzione di locomotive per il mercato italiano ed europeo (E464 e TRAXX) e per la collaborazione con Hitachi sui treni ad alta velocità V300ZEFIRO, oltre che per la capacità di fornire ai veicoli l'omologazione e l'autorizzazione a circolare sulla rete ferroviaria italiana.