Karberg & Hennemann - Pumps & Valves Week 2021

Elisabetta Piana, Amministratore Delegato di Karberg & Hennemann spiega come si sta evolvendo il mondo della circolazione fluidi, quali sono le soluzioni che l’azienda propone e perché è stato utile partecipare come Sponsor a P&VW 2021

  • Febbraio 14, 2022
  • 58 views
  • L'impianto di filtrazione per eliminare acqua emulsionata dall’olio, disponibile in diverse taglie, è in grado di separare l'acqua, libera o disciolta, dall’olio
    L'impianto di filtrazione per eliminare acqua emulsionata dall’olio, disponibile in diverse taglie, è in grado di separare l'acqua, libera o disciolta, dall’olio
  • Il Desorber di CJC permette di anidrificare oli minerali e fluidi sintetici con proprietà demulsionante scarsa
    Il Desorber di CJC permette di anidrificare oli minerali e fluidi sintetici con proprietà demulsionante scarsa

Come opera Karberg & Hennemann nel mondo della circolazione fluidi e negli impianti dell’industria di processo?

Karberg & Hennemann è una società leader nel campo della filtrazione fine dei lubrificanti in circuito secondario e manutenzione dell’olio, mercato in cui operiamo da oltre 60 anni. L'azienda progetta e produce sistemi di manutenzione dell’olio CJC, gli unici filtri che con la medesima cartuccia a elevata capacità di accumulo riescono a rimuovere contaminante solido, acqua e prodotti di degradazione dall’olio e altri fluidi. Le nostre soluzioni sono pensate per tutte le applicazioni oleodinamiche: siano esse turbine eoliche, bagni di tempra o presse.
Quasi l'80% dei guasti ai macchinari è da ricondurre alla contaminazione dell’olio, che è in contatto costante con tutti i componenti di sistema più sensibili e, quindi, è da considerarsi il componente più importante.

Perché avete scelto di partecipare alla prima edizione di Pumps & Valves Week?

Pompe e valvole sono i componenti che per primi beneficiano dell'azione di filtrazione del lubrificante. Per questo motivo, credo che parlando di manutenzione sia imprescindibile soffermarsi anche sulla manutenzione dei lubrificanti, tra i principali fattori in grado di garantire una maggiore affidabilità dei componenti usurabili e incrementare anche la durata dei macchinari, in tutti i settori industriali.
Durante l'evento di Pumps & Valves Week abbiamo avuto modo di presentare le nostre soluzioni e di confrontarci con clienti, partners ed esperti del settore: riteniamo, infatti fondamentale la condivisione di informazioni sulla manutenzione degli oli sull'affidabilità dei sistemi operativi.

Quali sono le ultime novità che avete lanciato sul mercato?

Abbiamo recentemente presentato una soluzione per il desorbimento: il nostro impianto di filtrazione per eliminare acqua emulsionata dall’olio, disponibile in diverse taglie, è in grado di separare l'acqua, libera o disciolta, dall’olio indipendentemente dall’additivazione e dalla viscosità. Il Desorber di CJC permette di anidrificare oli minerali e fluidi sintetici con proprietà demulsionante scarsa (> 20 minuti) e persino le emulsioni stabili, anche in presenza di un elevato quantitativo di acqua (fino al 70 % o 700.000 ppm).
Il processo di desorbimento, basato sul principio per cui l’aria calda può ricevere grandi quantità di acqua, fa incontrare l’olio riscaldato con l’aria fredda, che aumenta la sua temperatura ricevendo calore dall’olio e contestualmente ne assorbe l’acqua. Con il raffreddamento dell’aria, l’acqua condensa e l’aria, nuovamente asciutta viene riutilizzata per asciugare l’olio in un nuovo ciclo. Con questa procedura si rimuove quindi solo l’acqua, lasciando l’olio integro e contenente gli eventuali additivi presenti ed evitandogli stress termici.

Come si evolverà in futuro il mondo della circolazione fluidi e dell’industria di processo e quali strategie intendete mettere in atto per restare al passo con i tempi?

Mantenere sempre aggiornato il know how sulla contaminazione degli oli e sulle problematiche della contaminazione in una gamma di applicazioni varia e diversificata è da sempre uno dei punti focali della nostra azienda. Per questo rimaniamo sempre attenti alle nuove possibilità di applicazione nel settore industriale, marino, eolico e offshore.
Inoltre, è importante sottolineare che la filtrazione fine dei fluidi è un'operazione meccanica, e in questo tipo di operazioni meccaniche, migliorate con il tempo fino a raggiungere standard vicini alla perfezione, la spinta all’innovazione è spesso minore rispetto al campo all’elettronica. Un paragone calzante si può tracciare con le biciclette. L'invenzione della bicicletta non ha conosciuto innovazioni rivoluzionarie nel corso degli anni, ma unitasi ai mezzi messi a disposizione dall'elettronica ha conosciuto comunque un'evoluzione, aggiungendo, per esempio, la possibilità di pedalata assistita. Allo stesso modo, anche noi puntiamo a una continua evoluzione dei nostri prodotti, e infatti anche per i nostri filtri è in corso un processo di implementazione con soluzioni di sensoristica e controllo remoto.