www.alleantia.com

Dai primi modelli per internet working tra reti locali diverse, ai dispositivi per ambientazioni IoT e IIoT, fino ai Gateway IoT, risorse fondamentali per lo sviluppo futuro dell’Internet of Things

  • Novembre 23, 2021
  • 17 views
  • In un contesto IoT è un dato di fatto la presenza di protocolli di rete eterogenei tra loro, quali WiFi, Bluetooth, Ethernet, MQTT, ZigBee
    In un contesto IoT è un dato di fatto la presenza di protocolli di rete eterogenei tra loro, quali WiFi, Bluetooth, Ethernet, MQTT, ZigBee

Il Gateway IoT di ALLEANTIA è l’unica piattaforma industriale in grado di garantire una connessione senza codifica tra macchine e applicazioni. Il Software ISC di Alleantia è il giusto investimento che non richiede alcun tipo di installazione e che permette di controllare, in tempo reale, lo stato di lavoro degli impianti e di risparmiare nella loro manutenzione.

Sistemi Internet of Things

L’importanza degli IoT Gateway è assolutamente evidente se si parte dall’esplosione delle Things connesse che si è verificata negli ultimi anni. L’ampia diversificazione di modelli di connessione, di profili energetici dei dispositivi, senza dimenticare l’estrema dispersione geografica tipica dei sistemi IoT e la varietà di protocolli, tutto ciò non poteva non richiamare la necessità di un elemento in grado di gestire e controllare ambientazioni spesso complesse.
Per esempio, senza entrare in un’ottica industriale ma limitandosi a un’ambientazione abbastanza semplice come il Building Automation in un complesso di uffici, possono esserci centinaia di sensori per misurare la temperatura degli ambienti, per controllare sistemi di illuminazione, per monitorare la presenza delle persona, per definire eventuali zone ad accesso privilegiato, per acquisire dati di inquinamento ambientale, per gestire sistemi di sicurezza: quindi non solo sensing ma anche funzionalità di controllo. E tutti questi dispositivi possono utilizzare protocolli diversi.

Funzionalità per protocolli

Da ricordare che un protocollo, in senso generale, è un insieme formale di convenzioni che regolano il format e il timing relativo a uno scambio dati tra due “terminali”. Le funzionalità richieste a un protocollo riguardano la formazione di un collegamento e il suo abbattimento alla fine della comunicazione, la gestione dei comandi di collegamento, la gestione dei buffer destinati a raccogliere i messaggi per un loro successivo invio a destinazione, il controllo della correttezza dei messaggi trasmessi, le funzioni di segnalazione di anomalie in trasmissione o ricezione, la conversione di codice per l'invio del messaggio su un dato mezzo trasmissivo e sua successiva "riconversione" per renderlo comprensibile alla destinazione.

Protocolli di rete eterogenei

Se un protocollo è un insieme di regole, un protocollo di rete è l’insieme delle regole seguite da una rete: i Network Protocol sono degli standard fatti di regole, procedure e format dei dati che definiscono le comunicazioni tra i dispositivi di una rete.
In un contesto IoT è un dato di fatto la presenza di protocolli di rete eterogenei tra loro, quali WiFi, Bluetooth, Ethernet, MQTT, ZigBee, e altri ancora; inoltre, ciascuno potrebbe riferirsi ad ambientazioni di controllo diverse e avere differenti modelli di gestione e di sicurezza. Ancora, molti elementi sensori sono “low energy” e non potrebbero supportare protocolli “energy intensive” come WiFi o Bluetooth. Infine, alcuni device generano per loro natura diversi pacchetti di dati che la loro aggregazione diventa se non ingestibile quantomeno impegnativa, e non tutti questi dati sono utili nella loro forma grezza.

Connessione senza codifica

In questo contesto, dove dispositivi smart, esigenze applicative e protocolli specializzati continuano a proliferare, è impensabile procedere a connessioni individuali verso i sistemi di controllo. Ma per fortuna ci sono i Gateway IoT come quello di Alleantia.